Le 5 cose da sapere se si vuole sfondare su Youtube

Non basta decidere di aprire un canale su Youtube per avere successo, prima ancora di lanciare sulla piattaforma bisogna avere ben in mente quello che si vuole fare, un’idea vincente da sviluppare, leggere le statistiche, capire cosa vogliono gli inserzionisti e avviare collaborazioni con gli influencer.

Questi passaggi sono fondamentali per avviare un progetto su Youtube che sia vincente e che non sia destinato a fermarsi dopo pochi video pubblicati; si stima che una buona percentuale di neo canali Youtube chiude dopo poco tempo perché i Youtuber non hanno le idee chiare, un’organizzazione dei contenuti e un target preciso a cui rivolgersi.

Se si vuole sfondare su Youtube e avere successo bisogna seguire alcune regole, di seguito vi diamo alcuni suggerimenti utili che possono aiutarvi a progettare e lanciare il vostro canale in modo vincente.

YOUTUBE, I PUNTI FONDAMENTALI DA SEGUIRE PER AVERE SUCCESSO

Alcuni di questi consigli potrebbero sembrarvi scontati, eppure, sono in tanti a saltare i passaggi importante e a riversarsi subito sulla pubblicazione dei contenuti, senza un’attenta analisi e uno studio del settore in cui vogliono farsi strada.

1) AVERE UN’IDEA CHIARA E STUDIARE I COMPETITOR DEL SETTORE

Se si vuole creare un canale Youtube di successo non bisogna farlo pubblicando video sul primo argomento che vi viene in mente, se fosse così facile, tutti riuscirebbero a farsi notare.

È fondamentale studiare tutti canali che somigliano all’idea che volete realizzare e fare dei confronti, prendere spunto e capire, attraverso la loro attività, quali sono le cose che più possono interessare agli utenti e quali scartare.

Per fare questi confronti basta cercare i tag dell’argomento all’interno del motore di ricerca, vengono visualizzati tutti i video affini da poter studiare e da cui prendere spunto.

2) NON TRASCURARE INSIGHT E STATITICHE DEL PUBBLICO

Prima di lanciare nel mondo di Youtube è bene conoscere alcuni dati relativi al suo utilizzo e al comportamento dell’utenza: parliamo del secondo motore di ricerca del mondo, il secondo social network per utenti registrati e attivi e il primo per visite; il 90% di chi utilizza Youtube è maggiorenne, il 51% ha più di 35 anni, il 39% ha un’età compresa tra i 18 e i 34 anni.

Gli argomenti più seguiti sono musica, intrattenimento, tutorial, fashion e videogames, inoltre, chi frequenta la piattaforma è 4 volte più propenso a fare acquisti online rispetto ad altra tipologia di utenza.

Oltre ad avere chiare queste informazioni, dopo aver aperto il canale è di grande aiuto tenere sotto controllo gli insight e le statistiche dei contenuti che si pubblicano per capire quali argomenti sono più graditi ai propri iscritti al canale.

3) ATTIRARE L’ATTENZIONE DEI MILLENNIALS

I millennials, ovvero, gli adolescenti, utilizzano molto Youtube e seguono tantissimo le star del social, si stima che il 60% dei minori che navigano su Youtube, è più propenso ad acquistare un prodotto sponsorizzato da un Youtuber, contro il 43% di un testimonial tradizionale.

Questo vuol dire che se si vuole sfondare bisogna attirare la loro attenzione e bisogna farlo studiando ogni aspetto del proprio canale, senza dimenticare la spontaneità e la semplicità, anche l’imprecisione.

Gli adolescenti si rivedono molto in personaggi che li rappresentano, che ispirano fiducia e che mostrano senza problemi i difetti senza voler apparire ad ogni costo perfetti.

4) GUADAGNARE SU YOUTUBE SFRUTTANDO GLI ADVERTISING

Se si producono video di qualità e originali, la piattaforma premia i Youtuber dando la possibilità di guadagnare attraverso introiti pubblicitari integrati nei propri video o durante la loro riproduzione.

Google ha pieno controllo dei contenuti pubblicitari, bisogna accettare di avere inserzioni che col tempo diventano targhettizzate, il più utilizzano è Google Adsense che permette di monetizzare coi propri video Youtube attraverso click sui banner e i link.

Inoltre, Youtube tiene conto anche del numero di visualizzazioni ottenute su un video, se volete saperne di più su questo argomento leggete il nostro articolo dedicato:

Come guadagnare con Youtube.

 5) AVERE CONTATTI CON GLI INFLUENCER DEL PROPRIO TARGET

Dopo aver aperto il canale, studiato il proprio target e creato contenuti originali, è il momento di passare all’interazione: bisogna comunicare con i propri iscritti rispondendo ai commenti e commentando sui loro profili; cercare collaborazione con altri Youtuber e trovare influencer della propria nicchia.

L’idea è crearsi una lista di influencer del proprio settore, contattarli per conoscere i loro prezzi, stabilire un budget e organizzare i contenuti da far sponsorizzare.

Trovati gli influencer giusti bisogna proporre collaborazioni, creare una community e tenere d’occhio l’investimento e il profitto.

Youtube mette a disposizione tutti gli strumenti necessari e le statistiche possibili per valutare l’impatto di una campagna pubblicitaria o una collaborazione.

Qualunque sia la finalità del canale, che sia di supporto a un business di diverso genere, che sia il business principale su cui puntare o un semplice hobby per ricercare un po’ di fama, le regole sono sempre le stesse:

  • Studio della propria nicchia
  • Contenuti originali
  • Lista di influencer
  • Budget
  • Collaborazioni

Ti consigliamo di leggere anche i seguenti articoli:

Come utilizzare Youtube per il proprio business aziendale

5 strategie per vendere grazie a Youtube

5 modi per aumentare le visualizzazioni Youtube

 

 

Tags: guida youtube, monetizzare youtube

Acquistare fan pagina Facebook Servizi di marketing e SEO professionale Aumenta le visualizzazione dei tuoi video e canali Youtube Realizzazione siti web Joomla professionali Acquista followers per il tuo profilo Instagram  Rivendi servizi di marketing di alta qualità Vendita Fan Facebook Italiani e Reali Servizi di social media marketing professionali